TUSCIA: TRA TUFO E MISTERI DI ANTICHE CIVILTA'

#Tusciamisteriosa - #particonnoi

Bomarzo Tuscia

TRE MOTIVI PER PARTIRE

LA TUA GUIDA

Marco Valtriani.jpg

Marco

     ⚠ IL VIAGGIO IN BREVE ⚠   

Luogo: Bomarzo (VT)

Stile: a margherita

Durata: 3 giorni e 2 notti

Sistemazione: Agriturismo

Difficoltà: Bassa

Consigli utili per lo zaino e Abbigliamento 

verde.png

Vivere l'archeologia non come visitatori o turisti ma scopritori

verde.png

Esplorare gli angoli segreti di una terra fuori dal tempo

verde.png

Capire le origini delle civiltà e il loro rapporto con le risorse
ambientali

DAL 18 AL 20 NOVEMBRE

COSA VEDRAI

Immagina di seguire un sentiero all'interno di una foresta e di trovarti di fronte, all'improvviso, un qualcosa di antico, scolpito nella roccia e dalla forma piramidale che non sai interpretare. Immagina di muoverti all'interno di una profonda forra scavata da un torrente e lungo le pareti osservi molteplici aperture che si rivelano essere...tombe etrusche! Camminando nei dintorni di Viterbo, ti può anche capitare di trovare una strada romana perfettamente conservata oppure i resti di una chiesa paleocristiana. Ti sposti, poi, da un villaggio all'altro scoprendo che sono fatti tutti di tufo e si ergono su stretti altipiani. Questo e molto altro è la Tuscia, un luogo dove si sovrappongono le civiltà e dove è lampante il rapporto millenario fra l'uomo e le risorse naturali.

Per questo viaggio si richiede l'uso delle auto condivise per raggiungere le varie località.

PROGRAMMA:

1° giorno - km 5, dislivelli: +/-230 m

Ritrovo a Bomarzo alle 14:30 con la guida. Dopo i saluti iniziali ci si incammina alla scoperta di uno dei siti archeologici più misteriosi del centro Italia, il così detto “sasso del predicatore”. Si prosegue lungo un sentiero che attraversa un'area cosparsa di massi erratici di "Peperino", dalle forme inconsuete, molto importanti in antichità. Passo dopo passo, arriviamo ai resti di una chiesa altomedievale dedicata probabilmente a Santa Cecilia.
A fine escursione possiamo spostarci al suggestivo paese di Vitorchiano per gustarci un buon aperitivo. Arrivo a Viterbo per il pernottamento.

2° giorno - km 14, dislivelli: +430/-522 

Dopo aver fatto colazione, ci rechiamo al Parco Regionale Marturanum da dove avrà inizio la nostra seconda escursione. Un sentiero ci condurrà alla suggestiva necropoli etrusca di San Giuliano, unica per varietà e ricchezza di tipi di tombe, e potremo ammirare singolari sculture a bassorilievo, tra cui quella che ha dato ispirazione al logo del Parco. Attraversiamo, quindi, Barbarano Romano, tipico villaggio costruito interamente in tufo, e prendiamo un sentiero che corre all'interno di una suggestiva forra che conduce al pittoresco paese di Blera. Da qui si prosegue per raggiungere uno dei più preziosi siti etruschi della Tuscia. Fatto ritorno a Blera lungo un altro sentiero, si rientra in struttura a Viterbo.

 

3° giorno - km 5, dislivelli: +/-160 m

E' la volta di un altro sito dal fascino ancestrale, il Monumento Naturale di Corviano. Lungo il percorso immersivo, tra boschi, prati e nuclei di macchia mediterranea, noteremo come la zona sia ricca di abitazioni ipogee scavate nel tufo, oltre che ospitare resti di fortezze medievali e una necropoli con una trentina di tombe antropomorfe scavate nella roccia.

Nel pomeriggio, per chi vorrà, ci sarà la possibilità di spostarsi al Lago di Vico per scoprire la leggenda sulla sua origine. Rientro alle auto, pronti per tornare a casa.

PREZZO:

270,00 € per persona per gruppi con 4 iscritti

230,00 € per persona per gruppi con 6 iscritti

205,00 € per persona per gruppi con 8 iscritti

Sistemazione: Le camere sono doppie o triple. Essendo un gruppo è richiesto spirito di adattamento e comunità.

Per gli spostamenti si richiede l'uso delle auto condivise (car sharing).

La quota comprende:

  • Trattamento B&B (notte e colazione); 

  • Guida GAE che vi accompagna per tutto il viaggio;

  • Copertura assicurativa di responsabilità civile.

 La quota non comprende: 

  • Supplemento camera singola, se disponibile;

  • Pranzi, alimenti e bevande supplementari ed extra in genere;

  • Trasporto bagagli, non disponibile;

  • Tutto quanto non indicato nella voce “la quota comprende”.

NOTE:

È richiesto una caparra di 50 euro al momento della prenotazione.  

Il trekking verrà effettuato al raggiungimento di 4 persone paganti. 

La guida si riserva di modificare il programma e l'itinerario in base alla composizione del gruppo e al meteo.

Per favorire l'aggregazione e agevolare il gruppo la camera singola è sconsigliata e in alcuni posti non sarà proprio disponibile. 

Bomarzo Tuscia 1