Giro del Monviso

€ 280

#altaquota - #monviso - #redipietra        25/28 luglio

L’anello di più tappe attorno al Monviso è un’esperienza unica nelle Alpi occidentali: il “Re di Pietra”, tra dislivelli e sorprendenti scorci panoramici è sicuramente uno dei più spettacolari trekking d’alta quota d’Europa.

Il percorso attraversa una natura protetta da due parchi naturali, recentemente riconosciuta come riserva della biosfera dall’Unesco (MABUnesco) e si snoda a cavallo tra l’Italia e la Francia, in uno scenario unico che spazia da magnifici boschi ad ambienti d’alta montagna al caratteristico attraversamento del Buco di Viso, il primo tunnel delle Alpi aperto a fine del 1400 e da poco ripercorribile.

Il tour è un trekking itinerante, sono 4 giorni di escursioni a piedi di livello intermedio (E) e impegnativo (EE), con pernottamento ogni sera in un rifugio diverso per compiere tutto il percorso intorno al Monviso. Cammineremo in gruppo, massimo 8 persone, e compiremo insieme questo bellissimo viaggio nella montagna più pura.

@Gianluca Maini
@Gianluca Maini
@Gianluca Maini
@Gianluca Maini

Da Pian della Regina e ritorno

4 giorni,

3 notti

Rifugi

Difficoltà Alta

E - EE

Extra: Prenotazione last minute

Programma:

25 luglio - km 6,5, +1000:

Ritrovo presso il parcheggio di Pian della Regina (CN). 

Inizio trekking verso il rifugio transitando nelle vicinanze del lago Chiaretto (2261 m) e intersecando il grande sentiero ad anello che gira attorno al Monviso. Dopo una salita ripida si entra nella valle che separa il Monviso dal Viso Mozzo, per giungere agilmente fino al Colle del Viso (2650 m) e al rifugio, che sorge sulle rive del lago Grande di Viso (2590 m). Cena e pernottamento in rifugio


26 luglio - km 15, +850:

Dal rifugio  si prosegue verso il Passo Gallarino (2727 m), lungo la valle glaciale che costeggia le pareti est del massiccio del Monviso; una serie di piccoli laghi e una facile salita permette di giungere al passo, che domina imponenti panorami verso la Val Varaita. Una leggera salita fino al Passo di San Chiaffredo (2764 m) precede la discesa, dapprima dolce, tra laghi glaciali e zone rocciose, poi più ripida verso il Vallone di Vallanta, che accoglie i camminatori con verdi pascoli e copertura arborea. Dal punto più basso (Grange Gheit, 1910 m) si inizia una morbida risalita lungo l'ampio vallone, con possibilità di osservazione della fauna tipica; un ultimo strappo di circa mezz'ora permette di raggiungere infine il rifugio, che sorge sulle rive del laghetto Bealera Founsa. Cena e pernottamento in rifugio.

 
27 luglio - km 7,5, +450:

Una ripida ma estremamente affascinante salita verso  il passo di Vallanta (2811 m), inaugura la terza tappa, con la possibilità di osservare la parete nord-occidentale del massiccio del Monviso, in tutta la sua imponenza e i suoi due piccoli ghiacciai. Giunti sul passo si giunge in Francia, a dominare l'ampia e selvaggia Vallèe du Guil, nella regione del Queyras. Una zigzagante discesa tra i detriti permette di guadagnare le rive del lago Lestio (2510 m) per poi giungere comodamente al rifugio d'arrivo con una camminata tra torrenti, laghetti e torbiere. Nel pomeriggio escursione facoltativa verso il piccolo lago Porcieroles, prima dello spettacolo notturno (il rifugio spegne tutte le luci alle 22:00 e la mancanza assoluta di luci artificiali nella vallata permetterà di vedere un cielo davvero spettacolare!). Cena e pernottamento in rifugio

28 luglio - km 13, +600:

Dal rifugio Viso si prosegue su pendii erbosi fino a deviare bruscamente su un sentiero roccioso, in direzione Buco di Viso (2882 m) e Colle delle Traversette (2950 m); quest'ultimo rappresenta un grandioso punto panoramico, sul confine franco-italiano. Una ripida discesa (attenzione!) porterà a visitare il Buco del Viso e ad intercettare la "Via del Sale", che alternando tratti più ripidi a pendii morbidi, tornerà a riabbracciare dolci pendii erbosi, fino alla deviazione facoltativa verso il lago Fiorenza (2113 m) e le sorgenti del Po (2022 m), presso Pian del Re. Un facile e frequentato sentiero scende infine da Pian del Re fino a Pian della Regina, dove sarà possibile fermarsi per un gustoso pranzo prima di ripartire verso Bologna.


Nei rifugi è necessario il sacco letto o sacco a pelo.

Prezzo:

280,00 € per persona in camerata (minimo 8 partecipanti)

La quota comprende:

- Pernottamento con piccola colazione in rifugio;

- Cene in rifugio;
- Guida GAE che vi accompagnerà per tutto il viaggio;
- Assicurazione di responsabilità civile.

 La quota non comprende: 

- Supplemento camera singola (non è possibile averla);

- Pranzi al sacco;

- Alimenti e bevande supplementari ed extra in genere;
- Gli eventuali trasferimenti in treno o autobus;
- Tutto quanto non indicato nella voce “la quota comprende”.

Note:

Le prenotazione andranno effettuate entro 30 giorni dalla partenza e il pagamento totale una volta ricevuta la conferma che il trekking verrà effettuato. È richiesto un deposito di 50 euro al momento della prenotazione.

Il trekking verrà effettuato al raggiungimento di 8 persone paganti.

Scarica la scheda di iscrizione 

 Appennino Slow  Via del Poggio, 30 - 40050 Loiano (Bologna - Italy) - P. IVA  01935621209  

Tel. 379 1528959 - 339 8283383   info@appenninoslow.it