CINETREKKING: SUL SET DI UNA GITA SCOLASTICA

Scaffaiolo Lake.jpg

#gitascolastica - #particonnoi  - #cinetrekking   

verde.png

Il fascino di "tornare" in luoghi che si sono scoperti

in un film

verde.png

Conoscere i personaggi "speciali" che solo Avati sa

descrivere e raccontare

TRE MOTIVI PER PARTIRE

verde.png

Entrare nelle scene di Una gita scolastica facendo un passo indietro nel tempo

LA TUA GUIDA

Alessandro Conte

Alessandro

     ⚠ IL VIAGGIO IN BREVE ⚠   

Luogo: da Bologna al Lago Scaffaiolo

Stile: itinerante

Durata: 4 giorni e 3 notti

Sistemazione: Albergo, B&B, Locanda

Difficoltà: Bassa

Consigli utili per lo zaino e Abbigliamento 

DAL 2 AL 5 GIUGNO

DAL 14 AL 17 LUGLIO

COSA VEDRAI

Il ricordo più bello, quello della bolognese ottantenne Laura. Il racconto di quando, nel 1914, partecipò a una gita scolastica: tre giorni a piedi insieme ai suoi compagni di classe della terza liceo. Ad accompagnare lei e gli altri studenti nella scampagnata da Bologna verso Firenze c'erano il professore di lettere, Carlo Balla (Carlo Delle Piane), e la professoressa di disegno, Serena Stanzani. 

Se avete voglia di rivivere questa gioiosa (e ogni tanto malinconica in puro stile Avatiano) camminata tra Bologna e Firenze, ripercorrendo i luoghi dove, nel lontano 1984, fu girato questo film... questa è un'occasione assolutamente da non perdere! Perchè sono le terre del pluripremiato regista Pupi Avati e dei suoi amati attori, tra cui (alla sua prima apparizione in Una gita scolastica) Nik Novecento, prematuramente scomparso, simbolo della genuinità emiliana. Davvero, un trekking, una emozione da non perdere!

PROGRAMMA:

1° giorno: 5 Km, Dislivello + 220/ - 200 m

Bologna - Porretta Terme

Ritrovo a Bologna presso la Cineteca e incontro con la guida. Spostamento a piedi attraverso il centro di Bologna toccando i luoghi del film come l'inizio visrtuale della pellicola. Arrivo a Casalecchio di Reno per prendere il treno fino a Porretta.

2° giorno: 7 Km, Dislivello +  460 m

Porretta Terme - Castelluccio

Visita al Castello Manservisi e al Museo LaborOrantes.

 
3° giorno: 10 Km, Dislivello + 580/ - 640 m

Castelluccio - Pianaccio

Lasciato Castelluccio, si sale verso Monte Tresca e, dopo aver raggiunto Tresana - noto come il borgo delle ortensie - si scende alla Madonna del Faggio, proseguendo fino al Molino di Squaglia. Salita a Monteacuto delle Alpi e arrivo a Pianaccio per il pernottamento.

4° giorno: 15 Km, Dislivello + 1010/ - 520

Pianaccio - Cascate del Dardagna - Lago Scaffaiolo

Trasferimento in bus da Pianaccio al Borgo di Poggiolforato, passeremo dal Mulino del Capo e risaliremo il torrente Dardagna fino alle cascate. Si prosegue il trekking fino al Lago Scaffaiolo, luogo simbolo del film. Discesa al Cavone, e transfer per Porretta e rientro a Bologna in treno.

PREZZO:

380,00 € per persona per gruppi con 4-5 iscritti

320,00 € per persona per gruppi con 6-7 iscritti

280,00€ per persona per gruppi con 8+ iscritti

Sistemazioni: Le camere sono doppie, triple o quadruple. Essendo un gruppo è richiesto spirito di adattamento e comunità.

La quota comprende:

  • Pernottamento con colazione in Hotel o B&B

  • Guida GAE che vi accompagna per tutto il viaggio;

  • Transfer dove indicato nel programma;

  • Copertura assicurativa di responsabilità civile.

 

La quota non comprende: 

  • Viaggio per raggiungere le località di arrivo e partenza;

  • I pranzi e le cene, salvo dove diversamente indicato;

  • trasporto bagagli, non disponibile;

  • Supplemento camera singola;

  • Tutto quanto non indicato nella voce “la quota comprende”.

NOTE:

È richiesto una caparra di 50 euro al momento della prenotazione.  

Il trekking verrà effettuato al raggiungimento di 4 persone paganti. 

La guida si riserva di modificare il programma e l'itinerario in base alla composizione del gruppo e al meteo.

Per favorire l'aggregazione e agevolare il gruppo la camera singola è sconsigliata e in alcuni posti non sarà proprio disponibile.