LA GRANDE TRAVERSATA ELBANA

ALLA SCOPERTA DELL'ISOLA D'ELBA TRA I COLORI E I PROFUMI DEL MEDITERRANEO

GTE.jpg
blu[13722].png

Tanti spunti di meraviglia storica, naturalistica ed enogastronomica tutto in una stessa isola

Un’isola curata ma allo stesso tempo offre ancora una natura selvaggia straordinaria e una grande biodiversità

TRE MOTIVI PER PARTIRE

Un luogo sorprendere dalla carica energetica unica

#grandetraversataelbana #appenninoslow - #particonnoi

blu[13722].png
blu[13722].png

LA TUA GUIDA

Alessia Ghirardi.jpg

     ⚠ IL VIAGGIO IN BREVE ⚠   

Luogo: da Cavo a Pomonte

Stile: itinerante

Durata: 7 giorni e 6 notti

Sistemazione: B&B, Albergo

Difficoltà: media

Consigli utili per lo zaino e Abbigliamento 

DAL 2 ALL'8 MAGGIO

sold out

sold out

DAL 3 AL 9 OTTOBRE

COSA VEDRAI

Un trekking in un’isola splendida di colori, profumi e varietà di territorio incredibile.

Si parte ogni giorno dal mare per raggiungere la montagna, godere dei panorami sommitali e, nel pomeriggio, ridiscendere in spiaggia per un bagno rigenerante di fine giornata.

Poter essere in questa isola nei mesi più tranquilli della primavera/autunno, permette di scoprire microcosmi basati su equilibri delicati, valori storici, culturali e naturali che necessitano di essere rivalutati.

L’attraversamento di tutta l’isola a piedi, tra mare e cielo, sarà non solo un'occasione di conoscenza, ma anche motivo d'arricchimento personale in uno dei paesaggi più suggestivi del Mediterraneo

PROGRAMMA:

1° giorno: 

Arrivo a Piombino con mezzi propri e incontro per il trasferimento in traghetto verso Cavo (traghetto ore 13:00 circa);

2° giorno: 15 Km, Dislivelli + 550 m

Cavo - Bagnaia

Raggiungeremo “Il Semaforo”, antica postazione bellica dei soldati italiani nella seconda guerra mondiale e il Monte Grosso attraverso una lussureggiante vegetazione di rosmarini e cisti. Il panorama da lassù è a 360° sulla baia di Cavo, sui tre isolotti vicini alla costa elbana e su Portoferraio. Attraverso un sentiero in discesa un po' impegnativo prima ed una salita decisa dopo, raggiungeremo la vetta del Monte Strega (427 m slm) per poi ridiscendere verso la Baia di Bagnaia. Un tuffo prima di cena ci servirà per togliere la stanchezza della giornata, alle gambe.


3° giorno: 12 Km, Dislivelli + 700 m

Bagnaia – Porto Azzurro

Poco dopo Punta Pina, il sentiero, dentro ad una macchia tipica mediterranea, inizia a salire fino al cospetto del castello del Volterraio; si continua a salire fino al sentiero di crinale e cammineremo “avvolti dal mare” fino a raggiungere la Cima del Monte (515 m slm). Per raggiungere Porto Azzurro, percorreremo un bellissimo vallone fitto di lecci, in discesa e abbastanza impegnativo che ci condurrà fino al panoramico Santuario della Madonna del Monserrato. A risanarci dalle fatiche quotidiane sarà la spiaggia Barbarossa. Dopo un tuffo, attraverso un comodo e semplice sentiero lungo la costa, in mezz’ora raggiungeremo Porto Azzurro.

4° giorno:18 Km, Dislivelli + 650 m

Porto Azzurro – San Piero in Campo

Servirà un breve trasferimento in bus per prendere il sentiero di questa giornata. Nella prima parte, immersi nella tipica vegetazione mediterranea, seguiremo il Fosso dei Catenacci per raggiungere il monte Orello (377 m slm). Proseguiremo seguendo una larga, comoda e antica strada forestale passando dal Passo di Colle Reciso e dal Poggio del Mulino a Vento. Una discesa abbastanza impegnativa ci permetterà di raggiungere il Colle di Procchio e da qui proseguire verso l’interessante borgo di San Piero in Campo. Dal belvedere del borgo il panorama sarà maestoso e se avremo tempo visiteremo l’interessante museo mineralogico. Dopo cena andremo a vedere le stelle sul piazzale dell’Astronomia.

5° giorno:7 Km, Dislivelli + 150 m

San Piero in Campo – Cavoli - Pomonte

Il percorso di questa giornata si snoda sui contrafforti meridionali del complesso granodioritico del Monte Capanne ed è chiamato “La Via del Granito”; ci permetterà di vedere dall’alto alcune cave ancora attive dove viene estratta e lavorata questa pietra. Il sentiero passerà vicino a dei menhir chiamati “Sassi Ritti” e ci condurrà al “Moncione”, un mulino tra i più grandi dell’Elba. Da qui si inizia a scendere fino alla spiaggia di Cavoli, dove una baia con acque tranquille e cristalline ci attenderà per un tuffo. Se rimarrà del tempo potremmo visitare anche la spiaggia di Seccheto o “Le Piscine”. Con breve trasferimento in bus raggiungeremo Pomonte

6° giorno:4,5 Km, Dislivelli + 100 m

Pomonte – spiaggia della Fetovaia

E dopo tanto camminare oggi ci meritiamo una giornata di relax, ma “quattro passi” defaticanti li faremo per raggiungere la spiaggia della Fetovaia. Possibilità per chi vuole nel pomeriggio di andare a Chiessi.  La bellezza di Chiessi è rappresentata dalla sterminata distesa di scogli di granito che si snodano intorno alla spiaggia. Queste scogliere lisce e pianeggianti sono perfette per stendersi al sole, scendere in acqua oppure fare i tuffi!

7° giorno:

Pomonte – Portoferraio e traghetto per Piombino

Servirà circa un’ora per raggiungere con un bus pubblico Portoferraio.  Città dalle origini antichissime e conosciuta come “Porto Argo” nelle narrazioni mitologiche, sin dall'epoca etrusco-romana viene chiamata “Fabricia” in riferimento alle antiche lavorazioni siderurgiche presenti nella zona. Avremo tempo sufficiente per visitare l’antica città con le sue fortezze e mura medicee e se necessario fare qualche acquisto prima di salutare l’isola.

PREZZO:

680,00 € per persona per gruppi con 4-5 iscritti

560,00 € per persona per gruppi con 6-7 iscritti 

495,00 € per persona per gruppi con 8+ iscritti 

La quota comprende:

  • Pernottamento con colazione; 

  • Guida GAE che vi accompagna per tutto il viaggio;

  • Trasporto bagagli;

  • Copertura assicurativa di responsabilità civile.

 La quota non comprende: 

  • Supplemento camera singola;

  • Pranzi, cene, alimenti e bevande supplementari ed extra in genere;

  • I trasferimenti con bus di linea;

  • I trasferimenti per/dall'isola;

  • Tassa di soggiorno dove prevista da pagare in struttura;

  • Tutto quanto non indicato nella voce “la quota comprende”.

NOTE:

È richiesto una caparra di 50 euro al momento della prenotazione.  

Il trekking verrà effettuato al raggiungimento di 4 persone paganti. 

La guida si riserva di modificare il programma e l'itinerario in base alla composizione del gruppo e al meteo.

Per favorire l'aggregazione e agevolare il gruppo la camera singola è sconsigliata e in alcuni posti non sarà proprio disponibile. 

Image by Paolo Bendandi