• frabiagi

ANELLO DEL MONTE DELLA CROCE

By Francesca L.


L’anello del Monte della Croce è un percorso trekking non particolarmente difficile, percorribile anche da escursionisti non molto allenati o alle prime armi. La particolarità di questa passeggiata sta nel fatto che parte proprio dal centro cittadino. Sarà quindi possibile visitare Porretta Terme e fare shopping per le vie del Paese, una sorta di centro commerciale naturale all’aperto. Potrete visitare le sorgenti termali sotterranee caratterizzate da acque solfuree e salsobromoiodiche; il grazioso e raccolto centro storico; il Santuario della Madonna del Ponte (patrona italiana del basket); il Museo del Soul (dedicato al trentennale Festival Soul che si tiene ogni anno proprio a Porretta Terme) e tanti altri punti d’interesse.

Il percorso da seguire è il 101 A del C.A.I, segnalato con le classiche strisce bianche e rosse su muri, alberi o superfici. Si percorre Piazza della Libertà, proseguendo fino alle Terme Alte, gli antichi stabilimenti termali. Si prosegue prima a sinistra e poi a destra in direzione piscine, per poi prendere Via Pineta. Sulla destra incontrerete il Rio Maggiore, affluente del Reno, mentre sulla sinistra una bacheca segnalata: è proprio quella la partenza del percorso. Si prosegue in salita su comoda strada sterrata e dopo alcuni tornanti si arriva al Monte della Croce (487 m. s.l.m.), dove si può ammirare uno splendido panorama di Porretta e della vallata del Reno. All’incrocio con il sentiero C.A.I. 101 A Variante si prende per Madognana, piccola e graziosa frazione del Comune di Alto Reno Terme. Merita una visita, percorrendo i suoi viottoli e dando uno sguardo dal suo belvedere, che affaccia sulla valle del Reno. Qui potrete anche dissetarvi e fare rifornimento d’acqua alle fontanelle che si trovano nel borgo montano. Sulla via del ritorno verso Porretta Terme si hanno due possibilità: si può percorrere in discesa l’antica mulattiera “Via della Costa” (segnavia C.A.I. 103 e MG “Mulattiera Granaglione, in direzione Porretta) oppure riscendere in Paese dalla strada asfaltata che collega Madognana a Porretta Terme, poco trafficata e che passa in mezzo al verde di prati e boschi.

Una volta rientrati potrete scegliere tra i ristoranti del centro storico: prodotti a km zero, tavoli all’aperto e prelibatezze genuine con menu pronti a soddisfare tutte le richieste.

Porretta Terme è facilmente raggiungibile sia da Bologna che da Pistoia via treno, ogni ora, prendendo la linea Porrettana, capolavoro di ingegneria del francese Jean Louis Protche. Una delle più grandi e coraggiose opere dell’Ottocento italiano, la Porrettana domina l’Appennino Tosco-Emiliano con viadotti e gallerie elicoidali, offrendo un panorama spettacolare che renderà il viaggio una vera e propria esperienza unica.

  • Difficoltà: E = Escursionistico

  • Tempi di percorrenza: ore 1.30

  • Lunghezza: km 3,8

  • Dislivelli: metri 200 in salita / metri 200 in discesa


Per maggiori informazioni www.discoveraltorenoterme.it e www.caiporretta.it

6 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti