• frabiagi

I 5 CAMMINI DELL'ESTATE 2021 (+1)

By Valentina F.


L’estate 2021 si prospetta molto simile all’estate 2020, ma per fortuna il turismo di prossimità ci permetterà di goderci una vacanza attiva. Oggi vi accompagniamo in questo piccolo “viaggio virtuale” tra i Cammini più famosi, più emozionanti, più incredibili e più entusiasmanti d’Italia. Gambe in spalla, si parte!


LA VIA DEGLI DEI

Ormai chi non conosce la Via degli Dei? Un Cammino da percorrere in 5-6 giorni (è lungo circa 120km!) che collega Bologna e Firenze. Durante il viaggio potrete ammirare edifici e strutture storiche (pensiamo ad esempio al Portico di San Luca a Bologna, il più lungo del mondo), ma soprattutto tantissimi “monumenti naturali” e panorami mozzafiato. Impossibile restare indifferenti nei confronti dello spettacolo roccioso della cima di Monte Adone, una vista che ripaga ampiamente la salita, o del panorama che si gode da Poggio Pratone, da cui si scorge già Firenze in lontananza.

Da non perdere: Un selfie al confine tra Emilia Romagna e Toscana.


LA VIA DELLA LANA E DELLA SETA

La Via della Lana e della Seta parte da Bologna, come la Via degli Dei, ma si conclude a Prato, dopo circa 120km e 6-7 giorni di cammino. Sulla carta potrebbe sembrare simile alla “sorella maggiore” ma attenzione a non confonderle! La Via della Lana e della Seta segue un tracciato diverso e più “selvaggio”, tra strade sterrate, importanti opere idrauliche e panorami mozzafiato sulla Valle del Bisenzio che si possono godere al massiccio della Calvana (Prato). Qui la natura è così incontaminata che si possono incontrare piccoli branchi di cavalli selvatici che pascolano liberamente!

Da non perdere: La Badia di Montepiano.


CAMMINO DI SAN FRANCESCO

Percorrere i passi di un grande camminatore come è stato San Francesco (ancora oggi si utilizza l’espressione “cavallo di San Francesco” per indicare che si va a piedi) è certamente un’esperienza emozionante. Il Cammino di San Francesco proietta il pellegrino in una dimensione spirituale, adatta a rientrare in equilibrio con sè stessi e con la natura. Un viaggio interessante e adatto a tutti, tra foreste lussureggianti, santuari immersi nel verde, come il meraviglioso complesso di La Verna, e romantici borghi medievali, come San Leo. Da non perdere: Il cipresso secolare di Villa Verrucchio.


CAMMINO DI DANTE

L’anno del settecentenario della morte del Sommo Poeta è una scusa perfetta per intraprendre un Cammino che ripercorre i suoi passi di esule tra Firenze e Ravenna. Tra sentieri di eromagna e borghi incantevoli visiteremo anche alcuni luoghi che hanno ispirato Dante per la sua Commedia. Giungeremo infatti alle Grotte di Onferno (Rimini), un sistema di cavità carsiche che ispirarono l’ingresso dell’Inferno, e esploreremo le Foreste Casentinesi fino a raggiungere la Cascata dell’Acquacheta, descritta nel XVI canto dell’Inferno. Da non perdere: Il Parco delle Foreste Casentinesi.


SENTIERO ITALIA

Il Sentiero Italia è dedicato a tutti gli amanti della montagna autentica e delle notti passate in rifugio: in totale arriva quasi a 7000km (copre tutto l’arco alpino e tutta la dorsale appenninica) e a un numero imprecisato (ma molto alto) di passi. Ovviamente è possibile percorrerne alcuni tratti, che mantengono le caratteristiche principali del Cammino: poca antropizzazione e tanta natura. L’Alta Via dei Parchi ad esempio è una parte di Sentiero che attraversa l’Emilia Romagna, tra crinali, laghi d’alta quota, dislivelli “tosti” e pernottamenti a contatto con boschi e alture. Da non perdere: Le notti passate in rifugio, cullati dai rumori del bosco!


VIA FRANCIGENA

La Via Francigena è un cammino antichissimo, che collegava Canterbury a Roma, i due centri più importanti della cristianità nel medioevo. Migliaia di fedeli intraprendevano questo pellegrinaggio per dimostrare la propria Fede, camminando lungo gli stessi sentieri che possono essere percorsi ancor oggi. Uno dei tratti più interessanti da percorrere è quello che attraversa la Toscana tra Lucca e Siena: un percorso dolce, tra colline e uliveti, che tocca tanti antichi centri nati sulla Via, come Colle Val d’Elsa e Abbadia Isola. Un ramo secondario della Francigena partiva da Roma per arrivare in Puglia, dove i pellegrini potevano imbarcarsi per raggiungere la Terra Santa...ci piace pensare che anche Brancaleone da Norcia abbia camminato su queste vie! Da non perdere: Il borgo fortificato di Monteriggioni.


BONUS: CAMMINO DEI BORGHI SILENTI

Come bonus abbiamo il Cammino dei Borghi Silenti, poco conosciuto ma non per questo meno degno di essere intrapreso! Il Cammino è lungo circa 90km, da percorrere in 4-5 giorni, e si snoda nel cuore dell’Umbria, tra campi coltivati e borghi incantevoli. I piccoli paesi infatti sono il filo conduttore di questo viaggio, che tocca perle come Tenaglie, Civitella del Lago e Baschi. Camminare tra i Borghi Silenti vi farà respirare un’atmosfera arcana e medievale, perfetta per passare qualche giorno fuori dal tempo e dal trantran quotidiano.

Da non perdere: Civitella del Lago e il Lago di Corbara



12 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti