• frabiagi

8 CONSIGLI PRATICI PER LA SCELTA DELLE SCARPE


#lescarpe



  1. Dimenticatevi il “vostro” numero di scarpe generiche: le scarpe sportive da escursionismo hanno diversa calzata e, tra una marca e un’altra, non c’è congruenza di numeri. Valutate se potete indossare scarpe a pianta stretta o se vi servono delle calzature a pianta larga. Scegliete sempre in base a come effettivamente sentite la scarpa e non al numero che supponete di avere. Le scarpe vanno provate, e non solo per due minuti; poi è chiaro che, se da anni calzo con soddisfazione un determinato modello di una determinata marca, posso andare più facilmente “a scatola chiusa”.

  2. Provate le scarpe indossando già le calze tecniche con cui le utilizzerete: una scarpa che “veste” perfettamente con una calza di spessore sottile non accoglierà in maniera ugualmente comoda il piede quando si indosseranno calze più grosse. Tenetelo sempre presente!

  3. Andate a provare le scarpe nel tardo pomeriggio magari dopo una giornata stressante per i piedi: nella seconda parte della giornata, i piedi tendono a gonfiarsi, ed è bene comprare scarpe che siano in grado di gestire questo rigonfiamento.

  4. Provate entrambe le scarpe e non solo quella destra o quella sinistra: seppur con minime differenze, i piedi non sono mai perfettamente uguali e potreste ritrovarvi a scegliere la calzatura… con il piede sbagliato.

  5. A scarpe allacciate, la scarpa deve essere solidale con il piede, ma senza costringerlo. Dovrebbe rimanere sufficiente spazio per le dita del piede: muovetele in alto e in basso, contraetele, divaricatele. Se la cosa è impossibile o crea anche leggeri fastidi, la scarpa è troppo corta o ha punta troppo stretta o ha un volume per voi inadatto (o una combinazione di questi elementi).

  6. Provate le scarpe a lungo in negozio: camminateci un po’, date dei piccoli colpi in punta, sedetevi, alzatevi. I negozi specializzati dispongono di una pedana inclinata su cui camminare avanti e indietro: serve a capire se in salita i talloni si muovono troppo, e se in discesa le punte dei piedi toccheranno l’interno della scarpa. Se si sente anche il minimo fastidio sulle punte mentre si scende, occorre sicuramente passare alla scarpa di almeno un mezzo numero più grande.

  7. Una volta acquistate le scarpe che fanno per voi, tenetele ai piedi, in casa, per qualche ora nei giorni immediatamente successivi all’acquisto, senza rimuovere etichette e senza gettare via la confezione: nel caso riscontriate qualche anomalia nella calzata, potete sempre tornare al negozio con lo scontrino e chiedere un cambio con un altro numero.

  8. Senza esagerare con i numeri, ricordate però che una calzatura di misura leggermente più grande rispetto alla taglia perfetta può essere comunque indossata comodamente con una calza più spessa. Una scarpa piccola o stretta non si può “recuperare” in alcun modo.

gif